Effetti collaterali Macrolane

Il Macrolane è un materiale autorizzato in Europa per il rimodellamento del corpo e del seno. La procedure di autorizzazione europea prevede verifiche del materiale, soprattutto sotto gli aspetti di sicurezza, di non rischio di tumori e di interazioni con la diagnostica del seno.

Il fatto che il Macrolane abbia passato tali verifiche significa che è un materiale utilizzabile in modo sicuro. Questo non significa però che non possano verificarsi effetti collaterali a seguito del trattamento.

Fortunatamente, le complicanze del Macrolane sono infrequenti e quasi sempre di piccola entità. Anche il loro trattamento è generalmente molto semplice.

Infezione
 

Le infezioni dopo il trattamento con macrolane sono eventi rarissimi. Nella casistica del dottor Goisis (oltre 200 pazienti) si è osservato un solo caso si infezione, che si è risolto nel giro di qualche giorno con somministrazione di antibiotici.

L'infezione si manifesta con arrossamento, dolore e calore della zona trattata. Può comparire anche febbre.

Il trattamento è in genere basato su una terapia antibiotica a largo spettro, poi seguita da terapia antibiotica mirata dopo esecuzione di esame colturale del gel iniettato.

 

Esecuzione di tampone per esame colturale.

 

Aree di indurimento e "cisti"
Sia pur raramente, il macrolane può dar luogo ad aree di indurimento e a raccolte che appaiono simili a cisti. Questa complicanza può essere limitata da una corretta tecnica di inserimento. In particolare, la guida ecografica permette di posizionare il macrolane in modo preciso ed certo. Anche il massaggio post-trattamento aiuta una migliore e più naturale distribuzione del prodotto.

Nonostante ciò, queste complicanze possono manifestarsi in una bassa percentuale di pazienti. Fortunamente, tendono a risolversi spontaneamente, poichè il materiale è riassorbibile. 

Per accellerare la risoluzione di questi effetti collaterali è poi possibile mettere in atto una serie di semplici trattamenti, che generalmente agiscono nel giro di pochi giorni.

In particolare, in caso di formazione di raccolte superficiali simil-cistiche è possibile sciogliere il macrolane con infiltrazioni locali sotto guida ecografica. La procedura dura 5 minuti, non è dolorosa e viene ripetuta generalmente una o due volte.

In caso di aree di indurimento più grandi e di formazione di pseudocapsula, è possibile aspirare il macrolane in modo del tutto analogo a come è stato iniettato. In questa maniera, il contenuto dell'area indurita viene svuotato.

Nota per i medici
Nota per i colleghi

Il Macrolane è un materiale nel complesso molto sicuro. Gli effetti collaterali sono infrequenti e, soprattutto, sono facilmente gestibili. La manipolazione dell'area, oppure il rimodellamento con cannula, o le infiltrazioni con ialuronidasi sono infatti generalmente in grado di risolvere anche le situazioni apparentemente più "ostiche". In caso di dubbi, oppure se necessitate di informazioni, non esitate a conttarmi al numero 800985292 (segreteria Goisis).

 

Nota per i pazienti
Nota per i pazienti: in caso di effetti collaterali conseguenti ad iniezione con Macrolane o Macrofiller, contatti per prima cosa il  medico che ha effettuato il trattamento. Il suo medico sarà infatti grado di risolvere facilmente tali complicanze. In caso di dubbi , non esiti a fare chiamare da parte del suo medico il dottor Goisis al numero 800985292. Sarà lieto di fornirvi tutti i suggerimenti del caso.

 

Nota per i radiologi
Nota per i colleghi radiologi.

Il Macrolane è una molecola specificatamente autorizzata per il rimodellamento del seno. In caso di dubbi diagnostici a livello di mammografia od ecografia su pazienti trattati con macrolane, non esitate a contattarmi telefonicamente (numero 800985292) o via e-mail (mariogoisis@yahoo.it). Sarà mia premura spedirvi la più recente letteratura scientifica sul prodotto.